Come installare e configurare il tema Avada su WordPress

Con oltre 400.000 vendite, Avada risulta essere il tema più venduto per WordPress. Complimenti agli sviluppatori!

Tra i pregi del tema: la compatibilità con i plugin più utilizzati (WooCommerce, SEO by Yoast, Easy Digital Download, bbPress, Contact Form 7 e moltissimi altri), la corposa documentazione, le numerose demo, gli strumenti messi a disposizione per la creazione di pagine visualmente attraenti.

In questa guida vedremo come installare il tema sul proprio sito WordPress.

Operazioni preliminari: acquisto del tema Avada e download dei file

Acquistato il tema Avada su Theme Forest, si avrà la possibilità di scaricare 2 pacchetti di file: uno che contiene il pacchetto con tutti i file del tema (documentazione, psd, ecc.) e uno che contiene solo il tema.

La prima volta che si deve installare Avada sul proprio progetto WordPress conviene scaricare il pacchetto completo, il file themeforest-2833226-avada-responsive-multipurpose-theme.zip (di oltre 250 MB) e scompattarlo.

Si otterranno così diverse cartelle: Avada Theme, Extras, Languages, Licensing, PS. Tra queste la più importante è la prima, Avada Theme, che al suo interno contiene i 2 zip del tema: Avada.zip e il relativo tema child Avada-Child-Theme.zip.

Installazione del tema Avada su WordPress

Come per ogni tema di WordPress, è possibile installare il tema in 2 modi: direttamente dal pannello di amministrazione di WordPress oppure via FTP.

Installazione del tema Avada dal pannello di amministrazione di WordPress

Per installare il tema base Avada direttamente da WordPress:

Aspetto > Temi > Aggiungi nuovo > Carica tema > Scegli file > selezionare il file Avada.zip e caricarlo

Successivamente caricare anche il file Avada-Child-Theme.zip

Questi file si trovano all’interno del pacchetto scaricato da Themeforest, in Avada_Full_Package\Avada Theme.

Avada.zip è grande circa 5MB, per cui il caricamento di questo file via pannello impiegherà un po’ di tempo (qualche minuto).

Installazione del tema Avada via FTP

Per installare il tema Avada tramite un client FTP:

scompattare i file Avada.zip e Avada-Child-Theme.zip

copiare le relative cartelle in wp-content > themes, assicurandosi che i nomi delle cartelle caricate siano Avada e Avada-Child-Theme.

La cartella Avada è di 14.6MB.

Attivazione del tema Avada

Una volta installato il tema con uno dei due metodi visti sopra, naturalmente deve essere attivato da pannello di amministrazione:

Aspetto > Temi > click sul pulsante Attiva in Avada Child.

Operazioni conclusive: registrazione del tema, attivazione dei plugin e verifica del sistema

A questo punto il tema Avada risulta installato sul proprio sito, ma è comunque necessario svolgere alcune operazioni per completare l’installazione.

Registrazione del tema Avada

Innanzitutto occorre inoltre registrare il tema, cliccando sul tab Registration e inserendo il codice di registrazione (token) creato seguendo le istruzioni sotto alla casella dove va inserito il codice. Al nome del token conviene dare il nome del progetto che stiamo realizzando: in questo modo se si acquista il tema Avada per più progetti, visitando la pagina di Avada si otterrà l’elenco di tutte le proprie installazioni.

La registrazione ha due funzioni principali:

  • sblocca i plugin commerciali a corredo del tema,
  • dà l’accesso a tutte le demo del tema.

Attivazione dei plugin commerciali compresi nel tema Avada

Eseguita la registrazione è necessario cliccare il tasto Manage Plugins Below per attivare i plugin commerciali compresi nel tema, in particolare Fusion Core e Fusion Builder, essenziali per il funzionamento di Avada.

Verifica dei requisiti del server web

L’ultimo passaggio prevede la verifica delle impostazioni del server per fare in modo che il tema Avada funzioni al meglio.

Cliccare sul tab System Status e verificare che le impostazioni siamo tutte sul verde, altrimenti è oppportuno intervenire nelle impostazioni del server, per esempio cambiando la versione del PHP, installando componenti mancanti, aumentando alcune impostazioni del PHP (max input vars, time limit…).

Prime configurazioni del tema Avada

Molte caratteristiche del tema si gestiscono da Avada > Theme Options.

Le principali sono:

  • il layout
  • il menu
  • i colori
  • l’header
  • il footer
  • l’aspetto del testo (typography)

e molte altre configurazioni ancora.

Riferimenti utili

Documentazione ufficiale del tema Avada

Demo e funzioni del tema Avada

 

Hai trovato utile l’articolo? Commenta sotto o condividilo!

Come integrare la cookie policy di Iubenda in WordPress

Premesso di aver creato l’account su Iubenda e configurato correttamente la privacy policy e la cookie policy tramite la selezione dei servizi presenti sul proprio sito.

L’attività di integrazione delle policy in un sito WordPress è composta da due passaggi.

Continua a leggere

Come installare il certificato di sicurezza SSL su WordPress per passare da HTTP a HTTPS

Aggiungere un certificato di sicurezza per il proprio sito è ormai una necessità. Anche se si tratta di un piccolo blog.

Esistono molti benefici per passare dalla navigazione sotto il protocollo HTTP a quella sotto il protocollo sicuro HTTPS: gli ultimi aggiornamenti dei browser (primo tra tutti di quello più utilizzato, Google Chrome) segnalano all’utente in modo evidente la navigazione non sicura, i dichiarati vantaggi SEO (Google parla apertamente di HTTPS come fattore di ranking), gli aspetti della user experience (gli utenti si sentono rassicurati dalla navigazione in modalità sicura).

In questo post vediamo i principali metodi per installare un certificato di sicurezza sul proprio sito e farlo diventare navigabile sotto https://. Si tratta di procedure piuttosto semplici, che riguardano sia aspetti più tecnici, come l’installazione del certificato sul server, sia aspetti legati all’ambito SEO: il passaggio ad HTTPS, cambiando di fatto tutti gli indirizzi, ha bisogno di alcuni accorgimenti a livello di reindirizzamento degli indirizzi stessi.

Continua a leggere

Come scaricare la posta del proprio dominio utilizzando Gmail

Tra le tante funzioni che Google ha messo a disposizione con Gmail, una delle più interessanti è quella di sfruttare una Gmail come “base” per scaricare e inviare posta elettronica anche con altre mailbox di cui si ha la titolarità.

Per esempio possiamo utilizzare Gmail per scaricare la email personale o aziendale, con il vantaggio di utilizzare un’unica interfaccia per tutti gli account e sfruttare le funzioni fornite da Gmail stessa.

Continua a leggere

Come installare WordPress in locale su Windows 10

Per realizzare un progetto in modo efficace con WordPress, o in generale per scrivere un’applicazione, sono necessari alcuni strumenti di lavoro. Si tratta di installare una serie di tool che permettono di sviluppare il codice nel modo più efficiente e produttivo.

Diamo per scontato che siate in possesso di un ambiente di sviluppo di base già pronto.

Continua a leggere